Tassa di scolarizzazione

1.1 I cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea, degli Stati appartenenti allo Spazio Economico Europeo e alla Confederazione Svizzera pagheranno le seguenti tasse di scolarizzazione:

Anno di studio Medicina (360 crediti) Medicina dentaria (360 crediti) Farmacia (300 crediti) Programmi di studio (180 crediti) Programmi di studio (240 crediti)

 

I 5000 Euro 5000 Euro 5000 Euro 3500 Euro 3500 Euro
II 5000 Euro 5000 Euro 5000 Euro 3500 Euro 3500 Euro
III 5000 Euro 5000 Euro 5000 Euro 3500 Euro 3500 Euro
IV 5000 Euro 5000 Euro 5000 Euro 3500 Euro
V 5000 Euro 5000 Euro 5000 Euro
VI 5000 Euro 5000 Euro

 

La tassa per la 3° possibilità di presentazione all’esame – 50 Lei/esame.

Il pagamento della tassa di scolarizzazione può essere effettuata interamente o in due rate uguali.

Scadenza della 1° rata: 17 ottobre 2016

Scadenza della 2° rata: 17 febbraio 2017

Per i primi 60 giorni dai giorni scadenti, l’Università riserva a sé il diritto di percepire delle penali pari allo 0,1%/giorno di calendario di ritardo, applicate alla somma dovuta. Qualora nel corso dei 60 giorni, lo studente non abbia pagato la tassa di scolarizzazione e le relative penali, saranno adempite le formalità di espulsione degli studenti debitori. La decisione di espulsione significa annullare gli oneri finanziari dello studente e non promuovere l’anno universitario, non essendo riconosciuti i voti conseguiti durante l’anno.

Una nuova immatricolazione è possibile dopo il pagamento delle tasse di scolarizzazione che riguardano l’anno in cui lo studente s’immatricola e dietro il pagamento di una tassa di nuova iscrizione pari a 300 Lei/anno.

La tassa per la prima presentazione fisica per sostenere l’esame di laurea è compresa nella tassa di scolarizzazione. La tassa per ripetere l’esame di laurea è pari a 250 Lei.

  • I cittadini degli Stati terzi dell’Unione Europea pagheranno le tasse di scolarizzazione che seguono
Anno di studio Medicina (360 crediti) Medicina dentaria (360 crediti) Farmacia (300 crediti) Programmi di studio (180 crediti) Programmi di studio (240 crediti)

 

I 5000 Euro 5000 Euro 5000 Euro 3500 Euro 3500 Euro
II 5000 Euro 5000 Euro 5000 Euro 3500 Euro 3500 Euro
III 5000 Euro 5000 Euro 5000 Euro 3500 Euro 3500 Euro
IV 5000 Euro 5000 Euro 5000 Euro 3500 Euro
V 5000 Euro 5000 Euro 5000 Euro
VI 5000 Euro 5000 Euro

La tassa per la 3ª possibilità di presentazione all’esame – 50 Euro/esame.

Il pagamento della tassa di scolarizzazione può essere effettuata interamente o in due rate uguali.

Scadenza della 1° rata: 17 ottobre 2016

Scadenza della 2° rata: 17 febbraio 2017

Per i primi 60 giorni dai giorni scadenti, l’Università riserva a sé il diritto di percepire delle penali pari allo 0,1%/giorno di calendario di ritardo, applicate alla somma dovuta. Qualora nel corso dei 60 giorni, lo studente non abbia pagato la tassa di scolarizzazione e le relative penali, saranno adempite le formalità di espulsione degli studenti debitori. La decisione di espulsione significa annullare gli oneri finanziari dello studente e non promuovere l’anno universitario, non essendo riconosciuti i voti conseguiti durante l’anno.

Una nuova immatricolazione è possibile dopo il pagamento delle tasse di scolarizzazione che riguardano l’anno in cui lo studente s’immatricola e dietro il pagamento di una tassa di nuova iscrizione pari a 300 Lei/anno.

La tassa per la prima presentazione fisica per sostenere l’esame di laurea è compresa nella tassa di scolarizzazione. La tassa per ripetere l’esame di laurea è pari a 250 Lei.

  1. TASSE PER GLI STUDENTI ISCRITTI IN ANNO COMPLEMENTARE
  • Gli studenti cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea, degli Stati appartenenti allo Spazio Economico Europeo e alla Confederazione Svizzera, pagano:

 

  1. a) 10% della tassa annua relativa all’anno di studio dello studente
  2. b) la tassa per il numero dei crediti restanti degli anni precedenti
  3. crediti restanti X valore di un credito

–  Per i programmi di studio di 360 – 300 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 85;

– Per i programmi di studio di 180 – 240 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 60;

  1. Opzionale: massimo di 20 crediti in anticipo
  2. crediti restanti X valore di un credito

–  Per i programmi di studio di 360 – 300 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 85;

– Per i programmi di studio di 180 – 240 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 60.

 

Alla richiesta dello studente, nell’anno complementare, è possibile scegliere l’ottenimento di 20 crediti in anticipo dai crediti relativi all’anno universitario successivo. In questo caso, lo studente paga una tassa secondo il numero dei crediti attribuiti alla/e disciplina/e in questione, dovendo pagare interamente la tassa di scolarizzazione nell’anno universitario successivo.

La somma dei crediti (restanti e di quelli corrisposti in anticipo) dell’anno complementare non può oltrepassare 60 crediti in un anno universitario.

Gli studenti dell’anno complementare pagano interamente le tasse: la tassa dell’anno complementare ed i crediti restanti entro il 17 ottobre 2016. I crediti conseguiti in anticipo si pagheranno ad almeno 10 giorni prima di sostenere l’esame.

Per i primi 60 giorni dai giorni scadenti, l’Università riserva a sé il diritto di percepire delle penali pari allo 0,1%/giorno di calendario di ritardo, applicate alla somma dovuta. Qualora nel corso dei 60 giorni, lo studente non abbia pagato la tassa dell’anno complementare, la tassa per i crediti restanti dell’anno complementare, saranno adempite le formalità di espulsione degli studenti debitori. La decisione di espulsione significa annullare gli oneri finanziari dello studente e non promuovere l’anno universitario, non essendo riconosciuti i voti conseguiti durante l’anno.

Una nuova immatricolazione è possibile dopo il pagamento delle tasse di scolarizzazione che riguardano l’anno in cui lo studente s’immatricola e dietro il pagamento di una tassa di nuova iscrizione pari a 300 Lei/anno.

2.2 Gli studenti cittadini stranieri degli Stati terzi dell’Unione Europea pagano:

 

  1. a) 10% della tassa annua relativa all’anno di studio dello studente
  2. b) la tassa per il numero dei crediti restanti degli anni precedenti
  3. crediti restanti X valore di un credito

–  Per i programmi di studio di 360 – 300 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 85;

– Per i programmi di studio di 180 – 240 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 60;

  1. Opzionale: massimo di 20 crediti in anticipo
  2. crediti restanti X valore di un credito

–  Per i programmi di studio di 360 – 300 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 85;

– Per i programmi di studio di 180 – 240 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 60.

 

Alla richiesta dello studente, nell’anno complementare, è possibile scegliere l’ottenimento di 20 crediti in anticipo dai crediti relativi all’anno universitario successivo. In questo caso, lo studente paga una tassa secondo il numero dei crediti attribuiti alla/e disciplina/e in questione, dovendo pagare interamente la tassa di scolarizzazione nell’anno universitario successivo.

La somma dei crediti (restanti e di quelli corrisposti in anticipo) dell’anno complementare non può oltrepassare 60 crediti in un anno universitario.

Gli studenti dell’anno complementare pagano interamente le tasse: la tassa dell’anno complementare ed i crediti restanti entro il 17 ottobre 2016. I crediti conseguiti in anticipo si pagheranno ad almeno 10 giorni prima di sostenere l’esame.

Per i primi 60 giorni dai giorni scadenti, l’Università riserva a sé il diritto di percepire delle penali pari allo 0,1%/giorno di calendario di ritardo, applicate alla somma dovuta. Qualora nel corso dei 60 giorni, lo studente non abbia pagato la tassa dell’anno complementare, la tassa per i crediti restanti dell’anno complementare, saranno adempite le formalità di espulsione degli studenti debitori. La decisione di espulsione significa annullare gli oneri finanziari dello studente e non promuovere l’anno universitario, non essendo riconosciuti i voti conseguiti durante l’anno.

Una nuova immatricolazione è possibile dopo il pagamento delle tasse di scolarizzazione che riguardano l’anno in cui lo studente s’immatricola e dietro il pagamento di una tassa di nuova iscrizione pari a 300 Lei/anno.

 

  1. TASSE PER GLI STUDENTI DELL’ANNO DI GRAZIA

Gli studenti dell’anno terminale che, alla fine della sessione di esami restanti, non hanno conseguito tutte le unità di credito, necessarie per poter promuovere il relativo programma di studio, possono continuare gli studi nell’anno di grazia.

3.1 Gli studenti cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea, degli Stati appartenenti allo Spazio Economico Europeo e alla Confederazione Svizzera, pagano:

  1. a) 10% della tassa annua relativa all’anno di studio dello studente
  2. b) la tassa per i crediti restanti relativi alla discipline non promosse;
  3. crediti restanti X valore di un credito

–  Per i programmi di studio di 360 – 300 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 85;

– Per i programmi di studio di 180 – 240 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 60;

Gli studenti dell’anno di grazia pagano interamente le tasse (10% della tassa annua che riguarda l’anno di studio dello studente e la tassa per i crediti restanti relativi alle materie non promosse) entro il 17 ottobre 2016. Per i primi 60 giorni dai giorni scadenti, l’Università riserva a sé il diritto di percepire delle penali pari allo 0,1%/giorno di calendario di ritardo, applicate alla somma dovuta. Qualora nel corso dei 60 giorni, lo studente non abbia pagato la tassa per l’anno di grazie e le relative penali, saranno adempite le formalità di espulsione degli studenti debitori. La decisione di espulsione significa annullare gli oneri finanziari dello studente e non promuovere l’anno universitario, non essendo riconosciuti i voti conseguiti durante l’anno.

Una nuova immatricolazione è possibile dopo il pagamento delle tasse di scolarizzazione che riguardano l’anno in cui lo studente s’immatricola e dietro il pagamento di una tassa di nuova iscrizione pari a 300 Lei/anno.

3.2 Gli studenti cittadini stranieri degli Stati terzi dell’Unione Europea pagano:

 

  1. a) 10% della tassa annua relativa all’anno di studio dello studente
  2. b) la tassa per i crediti restanti relativi alla materie non promosse;
  3. crediti restanti X valore di un credito

–  Per i programmi di studio di 360 – 300 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 85;

– Per i programmi di studio di 180 – 240 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 60;

Gli studenti dell’anno di grazie pagano interamente le tasse (10% della tassa annua che riguarda l’anno di studio dello studente e la tassa per i crediti restanti relativi alle materie non promosse) entro il 17 ottobre 2016. Per i primi 60 giorni dai giorni scadenti, l’Università riserva a sé il diritto di percepire delle penali pari allo 0,1%/giorno di calendario di ritardo, applicate alla somma dovuta. Qualora nel corso dei 60 giorni, lo studente non abbia pagato la tassa per l’anno di grazie e le relative penali, saranno adempite le formalità di espulsione degli studenti debitori. La decisione di espulsione significa annullare gli oneri finanziari dello studente e non promuovere l’anno universitario, non essendo riconosciuti i voti conseguiti durante l’anno.

Una nuova immatricolazione è possibile dopo il pagamento delle tasse di scolarizzazione che riguardano l’anno in cui lo studente s’immatricola e dietro il pagamento di una tassa di nuova iscrizione pari a 300 Lei/anno.

  1. TASSE PER I CREDITI RESTANTI (≤ 15)

Uno studente può promuovere un anno universitario di studio se la somma dei crediti restanti degli anni precedenti di studi non supera 15 unità di credito.

 

4.1 Gli studenti cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea, degli Stati appartenenti allo Spazio Economico Europeo e alla Confederazione Svizzera, pagheranno la tassa per i crediti restanti come segue:

 

  1. crediti restanti X valore di un credito

–  Per i programmi di studio di 360 – 300 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 85;

– Per i programmi di studio di 180 – 240 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 60.

4.2. Gli studenti cittadini stranieri degli Stati terzi dell’Unione Europea pagheranno la tassa per i crediti restanti come segue:

  1. crediti restanti X valore di un credito

–  Per i programmi di studio di 360 – 300 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 85;

– Per i programmi di studio di 180 – 240 crediti, il valore di un credito restante è pari ad Euro 60.

Il pagamento dei crediti restanti si effettua al valore del credito dell’anno di studio in cui lo studente è iscritto. Il pagamento dei crediti restanti (≤ 15) si fa ad almeno 10 giorni prima di sostenere l’esame restante.